+39 0862 433012 / 433073
Fax: +39 0862433089
cetemps@strutture.univaq.it

Il CETEMPS ha organizzato una giornata di studio sul tema della predicibilità del clima e del tempo meteorologico dal titolo “Predictability in weather and climate” in cui sono intervenuti alcuni dei massimi esperti europei del settore. L’evento si è tenuto Lunedì 16 aprile 2018 dalle ore 15.00 alle ore 18:00 nell’aula 0.4 dell’edificio Renato Ricamo (Coppito 1).

I relatori hanno ripercorso gli avanzamenti scientifici e tecnologici che ci hanno portato a comprendere fenomeni atmosferici e oceanici che avvengono su tempi brevi e lunghi, da qualche giorno fino a qualche decennio. La Giornata di Studio ha costituito l’occasione per illustrare i processi e le tecniche che oggi ci permettono di sfruttare la predicibilità di importanti fenomeni meteorologici e climatici. I relatori hanno mostrato anche le grandi sfide che la comunità deve ancora affrontare per confrontarsi con la complessità del fenomeno.

In particolare, Roberto Buizza del Centro Meteorologico Europeo per le Previsioni a Medio Termine (ECMWF) di Reading (GB) ha illustrato come le più recenti tecniche previsionali probabilistiche possano aiutarci a prevedere eventi estremi, potenzialmente di grande impatto per la società e per il territorio, guardando in particolare all’esempio dell’ECMWF.
Fred Kucharski del Centro Internazionale di Fisica Teorica (ICTP) di Trieste ci ha parlato di come fenomeni di accoppiamento tra oceano e atmosfera possono fornire capacità previsionali fino a qualche mese, guardando in particolare al continente europeo.
Infine, con Alessio Bellucci della Fondazione Centro Euromediterraneo sui Cambiamenti Climatici (CMCC) di Bologna si sono esplorati i fenomeni alla base della capacità previsionale su scala decadale, ripercorrendo la storia e le sfide future di questa disciplina in rapida evoluzione.

Il Direttore del CETEMPS, Frank Marzano, esprime soddisfazione: “Il CETEMPS si dimostra ancora una volta un luogo di importanza internazionale dove dibattere dello stato dell’arte e dei recenti sviluppi delle scienze atmosferiche, unitamente al loro impatto sulla vita quotidiana”.