+39 0862 433012 / 433073
Fax: +39 0862433089
cetemps@strutture.univaq.it

ROMA, 15 MARZO 2018 – Anche quest’anno si torna a celebrare in Italia la ricorrenza della Giornata Mondiale della Meteorologia (GMM) dopo il notevole successo della prima edizione dello scorso anno che ha registrato oltre 400 presenze. L’evento si terrà a Roma nella giornata di venerdì 23 marzo presso la Città universitaria della Sapienza Università di Roma.

La GMM, che festeggia l’anniversario della fondazione dell’Organizzazione Meteorologica Mondiale (OMM) avvenuta nel 1950, è organizzato dall’Associazione Italiana di Scienze dell’Atmosfera e Meteorologia (AISAM), con la collaborazione della Sapienza Università di Roma, del Servizio Meteorologico dell’Aeronautica Militare e del Consiglio Nazionale delle Ricerche con il supporto di EurelettromicaICAS, Lombard&Marozzini, IEEE-GRS29 e CETEMPS.

Il tema assegnato dall’OMM per la giornata di quest’anno è: “Meteorologicamente pronti, climaticamente intelligenti”. L’evento GMM a Roma prevede nella mattinata una sessione che offrirà una panoramica sistematica e aggiornata dell’offerta formativa nazionale in scienze atmosferiche, rivolta agli studenti che vogliono intraprendere un percorso di studi in questo settore. Nel pomeriggio si terranno interventi invitati di esperti che sposteranno dalla protezione civile all’agrometeorologia, dagli impatti climatici alla comunicazione scientifica, con domande dal pubblico presente.

Afferma il coordinatore del comitato organizzatore locale della GMM, prof. Frank Marzano, docente di radar meteorologia alla Sapienza e direttore del CETEMPS: “Tempo umano e tempo atmosferico si intrecciano in questa edizione della GMM. Prontezza nel rispondere agli eventi meteorologici e alle loro conseguenze su scale orarie, intelligenza nell’anticipare e prepararsi ai cambiamenti climatici su scale decennali. La GMM offrirà una ulteriore occasione importante per richiamare l’attenzione del Paese sulla Meteorologia italiana, sulla necessità improrogabile di istituire un servizio meteorologico nazionale, e di riconoscere la professione del meteorologo come frutto di scienza e competenza e non di improvvisazione. La GMM discuterà di aspetti importanti dell’intera filiera meteorologica che va dalla formazione alla ricerca, dallo sviluppo all’impresa, dai servizi alla comunicazione”.

L’evento GMM è aperto a tutti gli interessati, esperti, studenti, curiosi e cittadini, ed è gratuito. È possibile registrarsi all’evento usando la pagina AISAM in rete dedicata all’evento. La sessione pomeridiana della GMM sarà trasmessa in diretta (streaming su https://www.youtube.com/watch?v=mSRl4w9OErM).

Autore dell’articolo: Frank Marzano